News » Topografia Cartografia Geodesia e Catasto » Attivazione in via sperimentale del sistema di registrazione automatica delle dichiarazioni Docfa ed altre novita’ »

Attivazione in via sperimentale del sistema di registrazione automatica delle dichiarazioni Docfa ed altre novita’

Come da comunicazione allegata, prenderà il via una sperimentazione per l’approvazione automatica di alcune tipologie di pratiche Docfa.

Questa sperimentazione, che monitoreremo continuamente attraverso la Commissione catasto del C.N.G., senza necessità di cambiare la versione Docfa attuale o le nostre modalità operative, dovrebbe consentire di ottenere una approvazione automatica della pratica Docfa inviata.

Questo ancora in maniera abbastanza “grezza” ma propedeutica alla uscita di una nuova versione di Docfa  completamente rivisitata.

Se ricordate, prima della pandemia erano state avviate delle sperimentazioni della nuova e molto diversa versione,  che aveva visto la necessaria collaborazione continua tra Agenzia e sperimentatori, collaborazione sempre più auspicabile ed irrinunciabile.

In sostanza questa prima sperimentazione, per pratiche semplici e sulla base della causale (si, le odiose e controverse causali, ma solo quelle principali) e di altri elementi presenti all’interno del documento, esegue lato ufficio una serie di controlli che, se superati, portano ad una approvazione automatica.

Rimangono ancora tanti dubbi, ma il fatto che si parta con una sperimentazione è sicuramente una grossa vittoria della Commissione Catasto CNG e, naturalmente, ottenuta solo grazie ai suggerimenti che abbiamo pervenire con il contributo dalla nostra Commissione Catasto e dai Colleghi più sensibili all’argomento.

Infatti, se ricordate, siamo partiti da una bozza di circolare che intendeva far partire l’approvazione automatica del Docfa attuale dal primo di Luglio, senza alcuna sperimentazione, con un “contatore delle non conformità” che sanzionava i redattori delle pratiche approvate automaticamente e che poi, senza tempi certi e senza elementi univoci, venivano dichiarate non idonee dagli uffici.

Grazie al nostro contributo la Rete delle Professioni Tecniche ha risposto all’Agenzia con una comunicazione che trovate allegata e questi sono i primi risultati.

Altro elemento di notevole importanza è legato al vademecum nazionale della procedura Docfa. Infatti al momento esistono una serie di vademecum a carattere regionale, molto diversi tra loro. Ma come è pensabile arrivare ad una approvazione automatica se gli stessi uffici hanno comportamenti diversi? Ci è giunta una bozza del vademecum nazionale ma, da un primo esame, a parte alcuni punti da correggere, la cosa che saltava immediatamente agli occhi era il fatto che le differenze locali non erano state risolte, ma semplicemente ignorate.

Anche in questo caso è doveroso ringraziare il lavoro di tutti i Colleghi che si sono chiusi in una stanza ed hanno prodotto una notevole mole di osservazioni competenti e non faziose, di tono collaborativo e teso ad alimentare il dialogo.

Abbiamo quindi chiesto che il nuovo vademecum diventi un percorso aperto e collaborativo, tramite la costituzione di tavoli tecnici provinciali e regionali.

 

Ultima, ma non meno importante, un’altra piccola vittoria! Tra pochi giorni verrà messo in funzione su Sister un sistema che consentirà la concatenazione delle pratiche Docfa in maniera semplice ed univoca. Tutti noi ci siamo scontrati nella difficoltà nei casi di pratiche Docfa che dovevano essere approvate in sequenza.  Adesso sarà gestito dalla procedura. (vedremo come e monitoreremo, naturalmente!)

 

Finisco questa anche troppo lunga comunicazione ringraziando i colleghi che hanno sempre prontamente informato sul funzionamento di Sister.  La situazione è stata veramente complessa, speriamo che si sia finalmente trovata la strada per eliminare i disservizi che abbiamo dovuto sopportare. Ma se ciò avverrà sarà solo perché tutti i componenti della Commissione Catasto Nazionale, tramite gli omologhi a livello provinciale,  informavano minuto per minuto i Consiglieri nazionali di Riferimento che, a loro volta, informavano la dirigenza centrale dell’Agenzia.

Questo immane lavoro di squadra è stato sicuramente risolutivo, come sempre, del resto.

 

Vi saluto e vi invito a partecipare sempre numerosi ai lavori delle varie commissioni, dedicando il tempo che potete dedicare, ma ricordando che non è mai tempo perso.

 

Paolo Zeroni

       comunicazione RTPT  Allegato  120,39 Kb
       Circolare agenzia delle entrate  Allegato  666,89 Kb
Pag: 1